Archivio

Una finestra sul mondo
Da Dürer a Mondrian e oltre


16 SETTEMBRE 2012 - 06 GENNAIO 2013

Museo d'Arte e Museo Cantonale d'Arte







Overview



VEDI ANCHE:


René Magritte, La Clef des Champs, 1936, Museo Thyssen-Bornemisza

Una finestra sul mondo è uno straordinario appuntamento espositivo in cui saranno presentate al pubblico 200 opere dei più importanti artisti dal Rinascimento fino ai giorni nostri.
Da sempre la finestra affascina gli artisti i quali ne hanno fatto uno dei soggetti più frequenti della storia dell’arte. Essa è la prima cornice attorno al paesaggio che osserviamo dalle stanze di casa: dona a ogni scorcio, senza che sia necessario dipingerlo, la forma del quadro e come una macchina fotografica ordina la realtà in sezioni rettangolari.
 La mostra organizzata per nuclei tematici inizia al Museo d’Arte dove il percorso spazia dal Quattrocento alle avanguardie storiche, e prosegue al Museo Cantonale d’Arte dove si giunge fino alla contemporaneità.
Se per gli artisti rinascimentali presenti in mostra – da Alberti a Dürer a Lorenzo di Credi– la finestra è il punto di partenza per l’organizzazione del paesaggio in base a una precisa prospettiva architettonica, per i romantici, da Füssli a Thoma, essa diventa la soglia alla quale si affacciano figure solitarie intente a scrutare l’orizzonte in nostalgica contemplazione.
Un’ampia sezione della mostra è dedicata agli artisti impressionisti e postimpressionisti fra cui Monet, Bonnard, Vuillard, Matisse, i quali, mediante la finestra, aboliscono il confine fra l’interno e l’esterno.
Nel corso del Novecento essa ha assunto invece tanti significati e ruoli quanti sono stati i movimenti artistici che si sono susseguiti negli anni. Le vedute urbane di impronta cubista e futurista appaiono scomposte e frammentate mentre per De Chirico, Ernst e Magritte la finestra non si apre più su un paesaggio reale, ma su di un universo immaginario o onirico. 
Il mondo visto dalla finestra e suddiviso in rettangoli ha rappresentato lo spunto per le immagini geometriche di Albers e Mondrian: attraverso le loro opere ci si affaccia su vedute semplificate fino a divenire campiture cromatiche e tessiture di linee ortogonali.
Vi sono poi artisti che hanno saputo aprire finestre verso “altri mondi”, come ad esempio Rothko con i suoi celebri dipinti che appaiono come finestre rivolte verso una dimensione spirituale.
Visita il sito della mostra : www.finestrasulmondo.ch
contatti    link    mappa del sito   
http://it-it.facebook.com/MuseodArteLugano https://twitter.com/#!/MdALugano